Ottiche nell’arte: Caravaggio, Vermeer, Canaletto e gli altri

Uno studio su un argomento che ha diviso storici dell’arte e scienziati: l’uso di strumenti ottici (camera oscura, camera lucida, specchi concavi e convessi) da parte dei grandi maestri della pittura come Caravaggio, Vermeer e Canaletto.

Un’ampia rassegna che spiega come funzionavano queste apparecchiature, com’erano al tempo, riportando tesi, prove e pareri (con molte immagini e filmati) degli esperti e degli studiosi a favore, o contrari, a questa tesi.

Consulta lo studio sulle ottiche nella pittura

Ottiche nell'arte

Annunci

Tag: , , ,

Una Risposta to “Ottiche nell’arte: Caravaggio, Vermeer, Canaletto e gli altri”

  1. geometriefluide Says:

    Questo interessante studio si presta ad essere ulteriormente approfondito.
    In rapporto a questo tema si potrebbe anche introdurre uno studio sulle anamorfosi, prendendo ad esempio gli “Ambasciatori” di Holbein.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: